sabato 28 giugno 2014

Pane con i cicoli


Il tema del breadbagking day di questo mese sono i pani regionali, pani locali, classici o dimenticati.
Così ho pensato di proporre un pane non notissimo ma che si trova frequentemente nelle panetterie campane in inverno e nel periodo pasquale, il pane con i cicoli.
Per chi non lo sapesse il cicolo è quello che si ottiene dalla produzione della sugna.
Il grasso di maiale, debitamente pulito e tagliato a pezzetti, viene fatto cuocere a lungo, con qualche foglia di alloro, a fuoco medio fino al rilascio in forma liquida della materia grassa, la sugna, i pezzetini di grasso, dolcemente ambrati dalla cottura nella sugna, sono scolati e premuti e conditi.
Questi sono i cicoli, croccanti pezzettini di grasso cotti nel grasso, premuti e conditi con sale e alloro.
Caldi, caldi, semplicemente spruzzati di sale sono irresistibili, uno tira l'altro.
Il massimo è gustarli nel pane caldo e croccante, una goduria !!!
Dall'associazione pane e cicoli nasce l'idea di preparare il pane con i cicoli, un pane condito, da gustare caldo o appena tiepido, buonissimo da solo, spettacolare accompagnato da ricotta e un pizzico di pepe.
Certo non è proprio il pane più adatto alle attuali condizioni climatiche :-)
Aspettiamo il prossimo autunno ….. provate, e fatemi sapere ….
Con questa ricetta partecipo al Bread Baking Day# 69 organizzato da Zorra ed invito gli appassionati panificatori, come me, a parteciparvi o promuovere l'evento esponendo logo nel proprio blog.

230 g. di lievito madre attivo (rinfrescato la sera prima, legato e rinfrescato la mattina)
350 g. di farina tipo 00 di forza (ho usato la farina per la pizza)
200 g. di acqua
10 g. di sale
150 g. di cicoli

Nel kenwood, frusta a gancio, velocità minima – 1, sciogliere il lievito madre nell'acqua impastando per circa 5 minuti. Unire la farina e il sale ed aumentare la velocità a 2, continuare ad impastare per 10 minuti, poi a velocità 3 per 3 minuti. Trasferire l'impasto sulla spianatoia e continuare ad impastare a mano per qualche minuto. Formare una palla e lasciare riposare coperto per circa un'ora.
Riprendere l'impasto e stenderlo sottilmente, ricoprire con i cicoli e schiacciare dolcemente. Praticare un giro di pieghe a tre quindi ancora un giro di pieghe a tre.
Lasciare riposare coperto per 20 minuti.
Formare dei filonconi allungati.
Trasferire i filoncini su una teglia protetta da carta forno, cospargerli con farina di semola, coprire con uno strofinaccio inumidito. Ricoprire il tutto con con un foglio di plastica formato da più stati di pellicola sovrapposti.
Far lievitare al caldo (forno con la lucetta accesa) per 4 - 6 ore.
Preriscaldare il forno statico a 220°, praticare sui filoni dei tagli paralleli, inumidire leggermente e delicatamente il pane pennellandolo con acqua. Infornare 220° per i primi 10 minuti poi a 190° per i successivi 25 – 30 minuti avendo cura di ruotare la teglia a metà cottura. I filoni dovranno risultare ben cotti.

Bread Baking Day #69 - Regionale Brote / Local breads (last day of submission July 1st, 2014)


18 commenti:

  1. Ciao Anisja, che delizia!!!

    RispondiElimina
  2. il pane con i cicoli è buonissimo!!!sempre tante cose ottime qui!bravissima Anisja!un bacio e buona giornata simona:)

    RispondiElimina
  3. Da noi si chiamano "ciccioli" è proprio una cosa del passato quando della sugna non si buttava nulla. Ricorda sciolta poi resa soda e spalmata sul pane scuro io aggiungevo un po di sale. In Austria la vendono normalmente è molto richiesta. Buono questo pane. Buona domenica.

    RispondiElimina
  4. Lasciatelo dire: sei proprio brava Anisja!!!
    Buona domenica cara amica <3

    RispondiElimina
  5. Buongiorno Anisja!
    Mai mangiato il pane con i cicoli, ma deve essere proprio buono!

    RispondiElimina
  6. Non l'ho mai assaggiato ma l'aspetto è davvero invitante ^_^
    Complimenti e felice domenica <3

    RispondiElimina
  7. Ciao Ani, come è andato il battesimo? Tempo bello? Qui no e siccome fa anche frescolino, questo pane si potrebbe mangiare senza problema!!! Bacioni a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stata una giornata molto piacevole, una calda giornata estiva, noi però il caldo quasi non l'abbiamo sentito, siamo stati benissimo quasi in cima al Vesuvio, c'era un bel venticello ... i bambini si sono divertiti soprattutto nell'immancabile partitella di calcio tra cugini.
      Da te non è ancora arrivato il caldo?
      Grazie per la visira, buon inizio settimana, a presto ....

      Elimina
  8. Anisja,

    a hearty bread sounds exciting ...
    Exactly must not slumber forgotten or regional ...

    I hope for the many to bake it ....

    LG
    Thomas

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello, I assure you that this is a regional bread derives its just a specific Italian region: Campania.
      As far as I know is produced only at certain times of the year and even from all the bakeries and only here by me in Campania.
      It builds on the ancient rural tradition of recycling, "the pig do not throw anything" must be used throughout, with the fat lard is produced, what remains after pressing the lard until the last drop, the cicolo was eaten, according to the ancient tradition of peasant bread, enriched or simple and robust dishes once.
      Over time, the cicoli were mixed with the bread and the bread came with pork scratching, I repeat is not an invention of mine is a bread product in Campania for centuries.

      Elimina
    2. Anisja

      I'm totally excited and you have made the topic to the point ...
      A great recipe and it makes you want to many loaves from the region ...

      LG

      Thomas

      Elimina
    3. I'm sorry, I must have misread the translation of google translator I misunderstood your first comment

      Elimina
  9. Ottimo! È molto simile al tortano che Martina quest'anno ha preparato a scuola x Pasqua... una vera delizia...
    Buona serata
    Mari

    RispondiElimina
  10. Ottimo questo pane! Lo adoro. Da noi in Abruzzo queste delizie croccanti si chiamano "ciccioli". Ho sempre acquistato questo pane ma non ho mai provato a farlo in casa. Un'occasione per sperimentare la tua ricetta! Un bacione e complimenti

    RispondiElimina
  11. Un pane veramente eccellente!!! Complimenti!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. non conoscevo questo pane, è davvero invitante, devo provarlo!

    RispondiElimina
  13. Anisja este pan que has hecho tiene que estar delicioso!!!!!.
    Un abrazo.

    RispondiElimina
  14. Adoro il pane con i cicoli!!
    Io sinceramente non l'ho mai fatto però lo compero spessissimo!!
    Salvo subito la tua ricetta così comincio a farlo da me!!!
    Un mega abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina