sabato 9 aprile 2016

Zuppa di fave, piselli e patate, una vignarola campana

 
La vignarola è una fresca, invitante zuppa romana preparata con ortaggi primaverili, fave, piselli  e gli ultimi carciofi.
E' tipico della cucina contadina, povera e di sussistenza, concentrarsi su ciò che offre la terra, utilizzando gli ingredienti disponibili, magari raccolti al momento, seguendo la stagionalità.
Una zuppa di primizie di primavera esiste anche nella tradizione contadina campana dove insieme o, spesso, al posto dei carciofi sono inserite le patate, i carboidrati, che danno sostanza alla preparazione, rendendola piatto unico e, insieme, stemperano il gusto asprigno delle fave fresche, maggiormente evidente in quelle più mature e grosse destinate, appunto, alla zuppa.
Questa è la versione di casa mia.
Con questo post partecipo alla Giornata Nazionale della vignarola del Calendario del Cibo Italiano AIFB, origini, storia, ricette e tradizioni nell'articolo della nostra ambasciatrice Sara Sguerri che possiamo leggere qui, nella pagina dedicata al Calendario.

 
200 g. di fave sgusciate
200 g. di piselli sgusciati
3 patate grandi
100 g. di pancetta in una sola fetta ridotta a cubetti
1 cipolla bianca
sale
pepe
olio evo

In un capiente tegame lasciare appassire la cipolla affettata sottilmente in qualche giro di olio unire la pancetta, continuare ancora per qualche minuto quindi aggiungere le fave e i piselli. Lasciare insaporire delicatamente per 5 minuti, unire un bicchiere di acqua bollente quindi le patate tagliate a tocchetti, salare.
Cuocere a fuoco moderato, coperto, per circa mezz'ora aggiungendo, se necessario, poca acqua calda per ottenere, al termine, un composto umido ma assolutamente non brodoso.
Completare con una bella spolverata di pepe, 
servire.



http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/





11 commenti:

  1. Dai, non lo conoscevo questo piatto! Grazie mille!

    RispondiElimina
  2. UN PIATTO SANO E GUSTOSO, MI PIACE L'ABBINAMENTO DI QUESTE VERDURE!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. Anna grazie infinite per questo contributo! La tua versione campana della vignarola, più sostanziosa come si addice alla vostra cucina, è da annoverare tra la lista delle prossime ricette da fare! Grazie davvero per aver partecipato! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. E' stato un piacere aver contribuito alla tua giornata, grazie a te per l'ospitalità. a presto ....

    RispondiElimina
  5. buonissimo, originalissimo!
    buon we
    simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, a te, buon inizio settimana :-)

      Elimina
  6. Una vignarola campana ricca che non conoscevo, da provare. Bel contributo anche il tuo Anna. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, al prossimo contributo .... e per il resto .... a presto :-)

      Elimina
  7. Bono stavo giusto pensando ad una semplice crema di fave ma questa è super ovviamente preso nota. Grazie e buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La primavera è servita :-) Splendida ricetta e spiegata perfettamente :-) Complimenti cara e felice serata <3

      Elimina
    2. Edvige, te la consiglio è un piatto unico, leggero e gustoso, poi, se ometti la parte iniziale, il soffritto, diventa ancora più sana :-)

      Grazie Consuelo, felice serata a te :-)

      Elimina