sabato 26 aprile 2014

Ziti ripieni su finta genovese

 
In questi giorni sono stata poco presente sul blog perchè ancora debole per i postumi dell'influenza che ormai trasciniamo da Pasqua …. comunque, deve pur passare!!!!
Stasera vorrei presentarvi una ricettina che ho assaggiato alle Axidie in occasione dell'ultimo corso di pasticceria di Salvatore De Riso. 
Si tratta di una gustosissima e fantasiosa rivisitazione della genovese napoletana di cui, tra una chiacchiera e l'altra, sono riuscita a ricostruire l'alchimia, o, almeno spero :-)
Un piatto davvero godurioso che mi ha piacevolmente colpito per l'indovinato accostamento dei sapori.
Bello per gli occhi, allettante per il palato, da provare!!!!

300 g. di ziti
300 g. di mozzarella
300 g. di ricotta
20 – 30 g. di pecorino grattugiato
pepe
4 cipolle bianche
½ bicchiere di vino bianco
olio evo
sale

per completare
pecorino e parmigiano grattugiati
fiocchetti di burro

Pulire le cipolle, affettarle sottilmente, sciacquarle in abbondante acqua fredda, scolarle.
In una capiente padella far appassire in 3 – 4 giri di olio le cipolle, cuocendole a lungo a fuoco medio – basso, coperto. Attenzione, le cipolle non devono soffriggere, ma disfarsi in un delicato sughetto. Al termine, passare il sughetto con il frullatore ad immersione.
Con un coltello praticare sugli ziti delle incisioni equidistanti in modo da ottenere tanti pezzi di uguale grandezza. Spezzare gli ziti, le incisioni ci aiuteranno ad ottenere un taglio regolare.

Cuocere gli ziti in abbondante acqua salata per 12 minuti, scolare, trasferirli su una spianatoia a raffreddare.
Nel mixer frullare la ricotta e la mozzarella, aromatizzare con il pecorino, regolare di sale e pepe. Assaggiare, nel ripieno il pecorino non deve prevalere ma solo esaltare il sapore degli altri formaggi.
Trasferire il ripieno in un sac à poche. Imbottire gli ziti con il ripieno. L'operazione è meno complicata di quanto si possa credere, l'ha fatta mio figlio di 11 anni, basta farci la mano.
Sistemare gli ziti in un solo strato in una teglia protetta da carta forno e cosparsa leggermente con fiocchetti di burro. Spolverare leggermente con un mix pecorino e parmigiano grattugiati cospargere di fiocchetti di burro.
Cuocere a 180° in forno ventilato già a temperatura per 20 – 30 minuti o, comunque fino a doratura.
Riscaldare la finta genovese, se necessario, versarne qualche cucchiaio sul fondo del piatto e, sulla genovese, sistemare gli ziti ripieni.
Servire.
La ricetta, per la verità, prevedeva il completamento del piatto con una leggera colata di fonduta di provolone del monaco che, però, non avevo a disposizione …. se volete provare ….. :-)
Buon appetito!!!!
 
La ricetta è dello chef Giacomo De Simone

28 commenti:

  1. Buenísimo ....me gustan las pastas y la salsa estupenda,abrazos

    RispondiElimina
  2. Anisja ,ma quanto è buono questo piatto...una vera specialità!mi spiace per l'influenza...anche io ho il piccolo malato...vanno in giro un sacco di virus. e allergie......guaritite presto un bacione simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei sempre tanto gentile!!!!
      E' vero è un piatto particolare ma di facle realizzazione, adattissimo per il pranzo della domenica, fa fare un figurone!!!! provalo!!!

      Elimina
  3. Adoro questo tipo di pasta, brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata da me ... a presto ....

      Elimina
  4. Mamma mia, sembra davvero squisita...da provare!
    Buona domenica
    Claudia
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è da provare, fammi sapere ...

      Elimina
  5. Adoro gli ziti, poi fatti così sono davvero golosi :)
    un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli ziti sono uno dei tipi di pasta che preferisco, da me è tradizione servirli con il sugo della domenica e tanto parmigiano.
      Grazie, a presto ...

      Elimina
  6. molto golosa questa ricetta, da provare prestissimo!!

    RispondiElimina
  7. Che ricetta spettacolare Ani, mi piace moltissimo, complimenti. Buona settimana, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ..... buona settimana anche a te.

      Elimina
  8. O_O Meravigliosooooooooo
    Lo voglio, ora. QUI!! Ahahahahahahah
    Guarisci presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie .... effettivamente si mangia con gli occhi :-)
      A presto ....

      Elimina
  9. Ciao Anisja, mi spiace per l'influenza, è noiosissima quest'anno. Com'è invitante questa pasta! Hai ragione è bella da vedere e sicuramente squisita da assaggiare. A presto!

    RispondiElimina
  10. Cerca di riposare, Anisja! Questi malanni sono tipici di questo periodo dal clima incerto.
    Grazie per averci comunque regalato questa ricetta meravigliosa! Devono essere succulentissimi questi ziti!
    Un bacio e a presto!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei davvero molto gentile, a presto ....

      Elimina
  11. Una bella ricetta coreografica........assolutamente da provare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, effettivamente la ricetta merita!!!!

      Elimina
  12. dopo avere deciso che tuo figlio di 11 anni è decisamente più bravo di me ho capito che questi li devo venire a mangiare direttamente a casa tua, devono essere assi buoni. Ti auguro di rimetterti in super forza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te ne terremo da parte una bella porzione :-)
      Grazie ... a presto ....

      Elimina
  13. Ricetta strepitosa!!!!! la provero' solo che qui faccio fatica a trovare il formato di pasta giusto! ciaooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e' un peccato .... magari potresiti provare con un formato simile, magari già tagliato, tipo candele ma, se possibile, di Gragnano, tiene meglio la cottura.

      Elimina
  14. assaggiate in originale e confermo la bontà!

    RispondiElimina
  15. Li abbiamo mangiati insieme .... eravamo allo stesso tavolo...

    RispondiElimina