domenica 16 agosto 2015

La spartak tort per l'abbecedario culinario mondiale




Ufficialmente sarei ancora in vacanza ... precisamente il mio blog è in vacanza e si riposa mentre io sono già abbondantemente rientrata e risucchiata dalla routine quotidiana, purtroppo :-(
L'Abbecedario prosegue il suo viaggio nelle cucine di tutto il mondo, questo mese è in Ucraina, la tappa è imperdibile :-)
Così ho riaperto la mia cucina reale e, temporaneamente, anche quella virtuale, sfidando le altissime temperature di questi giorni per cimentarmi in un classico della cucina russa, la spartak tort, infiniti strati di finissima, impalpabile, dolcezza intervallati da un soffio di sontuosa mousse di latte.
Certo, il dolce in sé non è tra i più leggeri, almeno stando agli ingredienti, ma grazie alla particolarissima tecnica di preparazione assume una consistenza aerea, quasi evanescente .... anche le calorie sembrano volare via ....
Con questo post partecipo all'Abbecedario Culinario Mondiale che per l'Ucraina è ospitato dal blog Bigshade.



per le sfoglie
1 uovo
220 g. di zucchero
55 g. di burro morbido
90 g. di latte a temperatura ambiente
1 cucchiaino di bicarbonato
280 g. di farina
per la crema
230 g. di burro morbido
1 lattina di latte condensato
250 g. di crema di formaggio (tipo philadelphia)
250 g. di panna
25 g. di zucchero a velo


Riempire di acqua fino a metà una pentola grande, portare ad ebollizione.
Nella planetaria, velocità 3, frusta a filo, montare l'uovo con lo zucchero per 6 minuti.
Unire il burro ammorbidito, il latte caldo e il bicarbonato. Continuare ad impastare per 1 minuto fino ad ottenere un composto liscio.
Trasferire il composto in una pentola media, posizionare la pentola sull'altra più grande con l'acqua in moderata ebollizione senza che la pentola contenente l'impasto tocchi però l'acqua.
Montare il composto a mano, con la frusta, per 10 minuti mescolando continuamente.
L'impasto cambierà completamente struttura, da liquido e irregolare a liscio fluido e setoso.
Togliere dal fuoco, versare la farina e mescolare subito impastando bene prima con la frusta poi con la spatola. Si otterrà un impasto ancora piuttosto fluido che nel raffreddarsi si trasforma quanto a colore e consistenza, addensandosi.
Lasciare riposare almeno 20 minuti, il tempo di raffreddarsi.
Stendere l'impasto finché è ancora tiepido.
Sistemare su un foglio di carta da forno un cucchiaio abbondante di pasta, cospargere di farina, stendere col mattarello spolverando con altra farina se necessario (l'impasto è molliccio e gommoso ma lavorabile con la farina).
Con l'aiuto di un anello da pasticceria ritagliare un cerchio di 22 cm di diametro, segnare nettamente l'incisione in modo da separare il cerchio di sfoglia dai ritagli (comunque, in forno, si gonfieranno avvicinandosi) e trasferire la carta da forno su una teglia in attesa di essere infornata …. ci vorranno parecchie teglie :-)
La sfoglia, una volta stesa, non può essere staccata dalla carta da forno, altrimenti si ammasserebbe,
Cuocere un forno statico già a temperatura a 180° per circa 4 minuti (nel mio forno), controllare, le sfoglie devono solo dorarsi, non scurirsi.
Mettere da parte le sfoglie cotte a raffreddare.
Se i ritagli in cottura si fossero avvicinati alla sfoglia con delicatezza e attenzione incidere lungo la linea di separazione per consentire un più agevole distacco.
Maneggiare le sfoglie con cura, sono leggerissime e fragili.
Montare la panna con lo zucchero a velo, trasferire in frigo.
Nella planetaria, velocità 3, frusta a filo, montare il burro con il latte condensato per 7 minuti, sempre montando unire il formaggio spalmabile un pezzo alla volta, continuare ancora per 2 – 3 minuti fino ad ottenere un composto uniforme.
A mano con la spatola unire la panna montata, trasferire la crema in frigo a raffreddare.
Tritare nel mixer i ritagli e una delle sfoglia fino ad ottenere delle briciole.
Stendere un sottile strato di crema sulla prima sfoglia distribuendolo uniformemente anche sui bordi. Sistemare sulla crema la seconda sfoglia. Premere leggermente.
Continuare con uno strato di crema e di sfoglia fino all'esaurimento degli ingredienti.
Ricoprire la torta con la crema distribuendola uniformemente.
Cospargere generosamente le briciole sulla parte superiore e lungo la superficie del dolce.
Trasferire in frigo, il dolce deve riposare coperto, a campana o con pellicola per alimenti, almeno 10 ore.
La ricetta è presa qui



L'Abbecedario Culinario Mondiale!

18 commenti:

  1. Senza dubbio da leccarsi le dita ma troppo zucchero e calorica per me purtroppo mi accontento di gustarla con gli occhi. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente, meglio evitare :-)
      Grazie, saluti carissii, a presto ...

      Elimina
  2. Deve essere molto buona!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, grazie di essere passata da me, a presto ....

      Elimina
  3. Pero que pinta tiene mas buena! que estar delicioso!!!
    Un abrazo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un forte abbraccio a te, a presto ....

      Elimina
  4. mamma mia che bontà! questa sarà assolutamente la mia prossima torta! grazie mille!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te per l'ospitalità, a presto ....

      Elimina
  5. Che golosissima proposta, complimenti :-P Non sai che darei per la fetta in foto :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie zia Consu ... quando vuoi ... te la metto da parte :-)
      A presto ...

      Elimina
  6. Questa te la copierò di sicuro alla prima occasione!! Bellissima!! Ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo ... vale la pena provarla!
      Grazie, a presto ....

      Elimina
  7. Deve essere favolosoooo!! bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laurina grazie di essere passata da me, a presto ....

      Elimina
  8. Mamma mia che delizia, sono contenta che tu abbia interrotto le ferie del blog per questa meraviglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, troppo gentile!
      A presto ...

      Elimina
  9. Cielo, deve essere di una bontà assoluta! Proverò senza dubbio a rifarla, sono molto curiosa di sentirne il sapore!

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica, il dolce merita davvero un assaggio .... provalo, mi farai sapere :-)
      A presto ....

      Elimina