venerdì 17 gennaio 2014

Qassatat tal pizelli


Eccoci ad una nuova tappa del viaggio nella cultura gastronomica europea con l'Abbecedario Culinario della Comunità Europea.
Siamo a Malta, un'isola d'incanto di cui, per ora, ho solo sentito parlare e che mi riprometto visitare, chissà, magari quest'estate ….
Complice un librino, suvenir di remote vacanze maltesi della mia sorellina, la mia attenzione è caduta su questo particolarissimo rusticino.
Diciamo che rusticino è un po' un eufemismo in effetti uno di questi fagottini è quasi un pranzo completo ed infatti, insieme con i pastizzi, i qassatat rappresentano uno dei principali fast (ma anche molto comfort) food da spiaggia.
Particolare, invitante, gustoso, semplice da preparare, cosa aspettare a provarlo?
Con questo post partecipo all'iniziativa Abbecedario Culinario della Comunità Europea che, per Malta, è ospitato dal blog Torta di Rose.

500 g. di farina
50 g. di semolino
200 g. di burro
100 g. (circa) di acqua fredda
1 cucchiaino di sale

per il ripieno:
500 g. di piselli
1 cipolla piccola
sale
pepe
curry

Nel kenwood, frusta k, vel min – 1, amalgamare velocemente il burro (freddo) ridotto a pezzetti con la farina e il sale fino ad ottenere uno sfarinato. Unire a filo solo l'acqua sufficiente ad compattare il tutto (nel mio caso circa 90 g.) continuando a impastare a velocità 1 – 1 ½. Lavorare pochissimo. Avvolgere la pasta in una pellicola per alimenti e far riposare in frigo per circa mezz'ora.
Nel frattempo in una capiente padella far appassire delicatamente a fuoco basso la cipolla nell'olio, unire i piselli, lasciare insaporire per qualche minuto, bagnare con mezzo bicchiere d'acqua, salare, cuocere coperto per circa mezz'ora, i piselli dovranno risultare ben asciutti. Aromatizzare con un pizzico di pepe e una spolverata di curry. Raffreddare.
Sulla spianatoia stendere l'impasto sottilmente, lo spessore deve essere di pochi mm. Con l'aiuto di un piattino ricavarne dei dischi di circa 15 cm di diametro, bagnarne leggerissimamente i bordi con un po' d'acqua. Sistemare al centro di ogni disco 2 cucchiaini di ripieno, Sollevare il bordo ripegandolo su se stesso, sovrapponendo le pieghe pizzicando e contemporaneamente ruotando in modo a ottenere un palloncino aperto al centro, premere e pizzicare i bordi in maniera da rendere stabile l'apertura centrale. Inserire altro ripieno nel foro centrale del quassatat fino a riempirlo. È più facile a farsi che a dirsi, un video molto esplicativo è qui.

Cuocere in forno statico, già a temperatura a 220° per 20 - 25 minuti. Controllare la cottura perchè il ripieno, che resta esposto, tende a scurirsi.
Per la ricetta ho preso spunto qui.


25 commenti:

  1. Ciao Anisja molto appetitosii questi fagottini!!! E' bello scoprire nuove ricette, un bacio

    RispondiElimina
  2. Che ricettina interessante, non la conoscevo. Sfiziosi questi fagottini :)

    RispondiElimina
  3. Esto luce muy rico y muy elegante me encanta estos sacos,abrazos.

    RispondiElimina
  4. Ciao Anisja!! molto interessante questa ricettina mi piace molto complimenti!! :)

    RispondiElimina
  5. ma che belle queste rose ripiene...belle e buone!ancora complimenti!
    buon sabato simona

    RispondiElimina
  6. Grazie Anisja e piacere di fare la tua conoscenza!!! A presto

    RispondiElimina
  7. Sfiziosissimi!! ma sopratutto belli da vedere!! bravissima Anisja un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Sempre interessanti i tuoi spunti, Anisja! Questa ricetta mi giunge nuova e per questo ti ringrazio tantissimo! Superfluo aggiungere che hai fatto un lavoro eccellente!
    Un caro abbraccio
    MG

    RispondiElimina
  9. Bellissimi questi cestini ripieni e poi mi piace tanto l'idea della cucina all'estero ,c'è sempre da imparare e sperimentare!Ciao e buona domenica Lia

    RispondiElimina
  10. mi stuzzica moltissimo questo piatto; quell'impasto deve essere favoloso.
    davvero invitante !!!

    RispondiElimina
  11. Me gusta mucho!! esta receta ya que a mi me encantan! los guisantes
    Besos guapa

    RispondiElimina
  12. Ciao Ani, deliziosi questi fagottini. Buona domenica, cara, un bacione

    RispondiElimina
  13. Ciao Anisja! Malta è bellissima, spero proprio che riuscirai ad andarci anche tu. Con questa splendida ricetta mi hai fatto venir voglia di tornare in quest'isola così piena di fascino! Un bacio

    RispondiElimina
  14. Molto particolari e decisamente interessanti. Ne assaggerei volentieri uno ;)

    RispondiElimina
  15. Ma che bella ricetta! Grazie per avermela fatta conoscere!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  16. Ciao! Sono Jenny e trovo che il tuo blog sia davvero molto interessante. Adoro la cosmesi e tutto ciò che implica creatività e fantasia (anche in cucina) e cerco di scoprirne sempre di più... e da oggi lo farò anche grazie a te. Mi sono iscritta tra i tuoi lettori fissi! ^_^
    Mmm! Sembrano davvero deliziosi... rubo la ricettina eheh

    Ho creato anche io da poco un blog e se ti andrà di ricambiare l'iscrizione (sempre se sarà di tuo gradimento), ne sarei felice, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi... e poi sarà come scambiarci un pensierino di Buon Anno (siamo ancora in tempo spero! eheh ) *.*
    Il blog è:

    http://lastanzadellesorprese.blogspot.it/search/label/Ingresso

    ...ti aspetto se vorrai!
    Jenny

    RispondiElimina
  17. Grazie per non esserti persa neanche questa tappa! Tutte le ricette sono qui: http://abcincucina.blogspot.com.es/2013/12/r-come-ross-fil-forn.html.

    E ora...tutti in Austria!!!!
    Ciaoooo
    Aiu'

    RispondiElimina
  18. Blog fantastico!
    Ricette originalissime!!
    Ti seguiamo! :)
    A presto!

    RispondiElimina
  19. p.s. siamo stati a Malta diverse volte (avendo amici) e te la consigliamo di cuore! :)

    RispondiElimina
  20. wowww! Oltre che buoni sono anche bellissimi a vedersi!!!Mi piace il tuo blog, sempre pieno di ricette alternative che abbracciano la cucina straniera! ciao!

    RispondiElimina
  21. Mamma che belli!!
    Complimenti Anisya, sempre belle ricettine qui da te!!
    Un mega bacio e buona settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  22. Ma che bella idea! Gustosa e originale! Davvero da copiare!
    Un abbraccione grandissimo

    RispondiElimina
  23. Che bella questa ricetta! Questa iniziativa de l'abbecedario culinario e' davvero interessante, si scoprono un sacco di cose nuove!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina