venerdì 26 aprile 2019

La mia torta bersaglio per il club del 27



Eccoci all'appuntamento mensile con il nostro Club, il Club del 27, che nasce per condividere, tra amici, cibo, ricette, esperimenti di cucina confrontandosi su un tema comune.
Proud to be a member
Questo mese abbiamo abbiamo riprodotto alcune delle favolose torte salate tratte appunto da “Torte salate”, uno dei più bei libri dell'MTC, se mai ci fosse o fosse possibile una classifica.
Ricette tutte particolarissime, squisite e soprattutto provate e approvate :-)
Io mi sono voluta produrre nella torta di copertina, la torta bersaglio di Francesca … asticella un tantinello elevata per una pazzerella come me.
Me ne sono resa conto non tanto mentre la preparavo, li era perfetta, ma quando è uscita dal forno, imperfetta e approssimativa come la cuoca sottoscritta che per volersi fare più male si è, da fotografa, prodotta in una zenitale.
A proposito di foto sto sperimentando … un po' di pazienza :-)
Sapete no che faccio tutto di corsa presa da tantissime cose, e senza neppure un  pelapatate in casa, desaparecido e improcurabile nella calda mattinata del 25 aprile, missione impossibile? in verità mi annoio, difficilmente faccio due volte la stessa cosa, programmo ma improvviso, non faccio prove, deve essere buona la prima.
Questo era proprio il caso in cui bisognava provare :-)
Infatti la seconda, quella che oggi ho portato al lavoro insieme alla “porcona” era, quasi, perfetta :-)
Ma ormai la luce era andata, rien va plus …
La torta era una cosa sublime, assaggiatela e fatemi sapere …
E no perdete nessuna delle meravigliosissime ricette del nostro Club del 27, le trovate tutte qui.
Con la tessera n. 37 anche questo mese partecipo al Club del 27.

375 g di pasta brisée italiana
200 ml di panna fresca
2 uova
50 g di parmigiano reggiano
1 peperone rosso
1 carota (io 1 peperone giallo, non amo le carote)
1 zucchina
sale
pepe

Stendete la pasta, rivestite con la brisée uno stampo precedentemente imburrato. Bucherellate la pasta. Coprite con carta da forno e trasferite tutto nel freezer per mezz'ora. Distribuite sul fondo della torta, ma sopra la carta da forno, fagioli secchi o lenticchie o riso, insomma qualcosa che faccia pesa.
Infornate a 190°, modalità statica, per 18 minuti. Quindi sfornate, eliminate carta da forno e legumi o altri pesi.
Mondate e lavate le verdure e asciugatele bene.
Tagliatele poi a strisce sottili con un pelapatate, così che si possano arrotolare con facilità.
Riempite il giscio semicotto con l'appareil preparato mescolando le uova con la panna il parmigiano reggiano, il sale e il pepe e disponetevi le verdure a cerchi concentrici, alterandole in base ai colori.
Infornate a 180°, modalità statica, per 20 minuti circa o fino a quando la torta non sarà dorata.
Lasciate intiepidire e servite.

57649195_2300142633379772_3126628752881090560_n

2 commenti:

  1. È troppo bella questa torta.

    RispondiElimina
  2. Io non la vedo così imperfetta come dici, anzi un' appareil ricca/o ( non ne conosco il genere) che la rende sicuramente golosissima! Brava!

    RispondiElimina