mercoledì 27 giugno 2018

I miei open sandwiches per il club del 27


Questo del 27 è il Club più figo che ci sia e io sono orgogliosa di far parte di una combriccola così avanti che più avanti non si può.
Cucinare ci piace, mangiare di più, questo di default, e non la solita minestra, ovviamente, temerarie si, ma qui abbiamo trovato, è proprio il caso di dire, pane per i nostri denti, ogni mese una scoperta, sempre nuova e di tendenza.
Questo mese ci dedichiamo agli open sandwiches, si proprio cosi, sandwiches aperti ne avevate mai sentito parlare?
La precisina che è in me partirebbe dalla tradizione danese degli smørrebrød, di cui ho letto qui, ma che ante litteram ho praticato come tante di noi, vi ricordate il tormentone della torta tramezzino, daranno stati 7 – 8 anni fa, praticamente nel giurassico o giù di lì.
Ma poiché attualmente la precisina ha preso un lungo periodo di ferie non vi tedio, e vi invito a non perdere le impagabili proposte selezionate dalla nostra redazione, che più avanti non si può, tratte dal nuovissimo libro di Trine Hahnemann, Open Sandwiches, una rassegna del miglior comfort food scandinavo, assolutamente da non perdere.
Le ricette le trovate tutte qui solo su MagAboutFood.

Con i miei open sandwiches formaggiosi anche questo mese partecipo con la tessera n. 37 al Club del 27.
Proud to be a member

Formaggio di capra e cotognata

4 fette di pane di segale
burro salato
12 fette di formaggio di capra (la ricetta prevedeva quello di pecora, ho letto male)
12 fette di cotognata
1 rametto di cerfoglio selvatico o aneto

Mettere le fette di pane di segale su un piano di lavoro e distribuire il burro su ogni fetta. Sul pane sistemare le fette di formaggio, quindi le fette cotognata. Completare con il cerfoglio selvatico o aneto.


Blue cheese e pera

1 pera
2 cucchiaini di burro salato
1 cucchiaio di miele
1 baccello di vaniglia, spaccati e semi raschiati
4 fette di pane di segale
200 g di blue cheese affettato
Tagliare la pera a fette, lasciando il gambo, se possibile.
Sciogliere il burro in una padella, quindi soffriggere le pere per qualche minuto su ciascun lato. Unire il miele e la vaniglia e girare delicatamente.
Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare le pere nella padella.
Tostare il pane di segale, quindi aggiungere il blue cheese.
Completare con le fette di pera.

Pesche blue cheese e sciroppo balsamico

4 cucchiai di aceto balsamico
4 pesche (io ho usato le tabacchere)
2 cucchiaini di burro salato
4 fette di pane di segale
50g di blue cheese
fiori di timo o maggiorana (facoltativo io ho usato quelli dell'erba cipollina)

In una piccola casseruola sciogliere il miele, aggiungere l'aceto balsamico e farlo sobbollire per 2 -3 minuti.
Tagliare le pesche a metà quindi a spicchi.
In una padella friggere gli spicchi di pesca nel burro a fuoco medio fino a doratura da entrambi i lati.
Tostare il pane e posizionare le pesche sulle fette di pane direttamente dalla padella. Sbriciola il blue cheese e cospargerlo sulle pesche,
in cima. Cospargere leggermente con lo sciroppo balsamico e decorare con fiori aromatici.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

9 commenti:

  1. Già avevo avuto una piccola anteprima, ma devo dire che sono proprio belli!

    Fabio

    RispondiElimina
  2. Abbiamo scelto le stesse ricette, questa è sintonia!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Uno meglio dell'altro :) Complimenti.

    RispondiElimina
  4. Mamma mia che belli! Quella cotognata è bellissima, per non parlare delle pere. Brava!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Anisja, uno più bello e buono dell'altro. Non saprei quale scegliere!!

    RispondiElimina
  6. Avendo assaggiato pesche e blue cheese direi che gli altri "s'hanno da fare"!

    RispondiElimina
  7. Fantastici, molto invitanti!!!

    RispondiElimina