domenica 10 luglio 2016

Quanti modi di fare e rifare lo scarpazzoun



Eccoci all'ultimo appuntamento, prima della pausa estiva, con le ricette dei QUANTI.
Oggi la Cuochina ci porta al Ristorante dai Nonni, da Daniela, impareremo a fare lo scarpazzoun, l'erbazzone, un piatto reggiano che più reggiano non si può, oggi siamo tutte reggiane, come Daniela :-)
Con questo caldo accendere il forno è un po' una sofferenza, ma per un rustico così, credetemi, ne vale davvero la pena!
Che squisitezza! Tanta verdura, buona e salutare, racchiusa in uno scrigno di sottile, croccante e sfiziosa sfoglia da gustare senza troppi rimorsi, irresistibile!
Quante cose impariamo con la Cuochina :-)
Grazie a Daniela per la ricetta e alla Cuochina per la magnifica scelta!

Ecco la ricetta di Daniela

Per la pasta
300 g. di farina 0
una noce di strutto,
olio extravergine di oliva
sale
acqua per impastare

Per il ripieno
1 kg. di bietole
1/2 kg. di spinaci
una noce di strutto
2 cucchiai di pane grattugiato
1 uovo
5/6 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
un cucchiaio di lardo
aglio
cipolla
porro
prezzemolo
sale

Impastare la farina con la noce di strutto due o tre cucchiai di olio extravergine di oliva, sale e acqua quanto basta per ottenere una pasta morbida ed elastica. Lasciare riposare l'impasto protetto da pellicola per alimenti per circa 2 ore.
Nel frattempo lavare e mondare gli spinaci e le bietole, lessarli, scolarli, strizzarli e tritarli finemente.
Avviare un soffritto con battuto di lardo, prezzemolo tritato, aglio, cipolla, quando il soffritto comincia a rosolare unire le erbette, mescolare bene, lasciare insaporire per alcuni minuti, poi togliere dal fuoco e unire il pane grattugiato. Lasciare raffreddare.
Quando il ripieno si sarà raffreddato unire l'uovo, il parmigiano reggiano, il sale e il pepe.
Dividere la pasta in due parti, e con il mattarello fare due dischi sottili.
Foderare uno stampo rotondo protetto da carta forno con il primo disco di pasta, stendere il ripieno e ricoprire con l'altro disco di pasta.
Bucherellare con una forchetta e cospargere alcuni fiocchetti di lardo, io l'ho proprio dimenticato, mannaggia la fretta, o magari è stato un lapsus, si sa, in tempo di prova costume si tende a far caso un po' di più alle calorie :-)
Cuocere in forno caldo 220° per 40 minuti.

Come ogni anno, dopo l'appuntamento dei QUANTI il mio blog va in vacanza e io pure :-)
Ci rivediamo durante l'estate con qualche uscita per il Calendario del Cibo Italiano e poi a settembre :-)
Buone vacanze!



A settembre mi raccomando tutti da Carla Emilia, cucineremo il suo stoccafisso in burridda

 http://arbanelladibasilico.blogspot.it/2013/10/litalia-nel-piatto-lautunno-in-tavola.html

LA NOSTRA CUOCHINA

16 commenti:

  1. Buona domenica cara Anisja!
    Anche luglio è arrivato nella nostra bellissima cucina aperta! Un mese molto atteso per chi è in ferie oppure deve andarci prossimamente! Anche per noi sta arrivando tempo di vacanze :-), ma per oggi gustiamoci una golosissima ricetta reggiana!
    Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano per aver preparato e condiviso con tutti noi la tua meravigliosa versione dello Scarpazzoun o Erbazzone di Daniela!
    Ci ritroveremo in settembre nella bellissima cucina di Carla Emilia per una ricetta dal nome un po' particolare ma sicuramente ottima: Stoccafisso in buridda.

    Buone vacanze a tutti e arrivederci a settembre!

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Una ricetta che nonostante il caldo non si poteva non provare!!
    Buone vacanze!!

    RispondiElimina
  3. Concordo, buonissimo e da gustare senza rimorso alcuno, ottima versione, alla prossima e buone vacanze!!!

    RispondiElimina
  4. Proprio uguale l'hai fatto nonostante il caldo, molto brava: Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Proprio uguale l'hai fatto nonostante il caldo, molto brava: Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Anna che meraviglia una vera tentazione per me che sono golosa di pizze e torte salate. Da provare! Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ha un aspetto magnifico Ani! Non sai che darei x la fetta in foto :-P
    Buon inizio settimana <3

    RispondiElimina
  8. Bellissima anche la tua versione!
    Ti mando un grosso abbraccio e ti auguro buone vacanze 😘

    RispondiElimina
  9. Bellissima anche la tua versione!
    Ti mando un grosso abbraccio e ti auguro buone vacanze 😘

    RispondiElimina
  10. Buonissimo, vero Ani? verrò a vedere se pubblichi qualcosa, almeno finché non parto per le vacanze dopo ferragosto. Intanto ti auguro di passare buone vacanze e ti aspetto da me a settembre. Un bacio grande grande :)

    RispondiElimina
  11. Come detto ad Arbanella.....forno mio non ti conosco preso nota per periodi freddi :D ciaooo

    RispondiElimina
  12. Molto bella anche la tua rivisitazione/versione

    RispondiElimina
  13. sei stata bravissima a rifarlo! l'aspetto è molto simile all'originale!

    RispondiElimina
  14. Es como si fuese una tarta de verduras me gusta mucho ya que lleva espinacas que son muy buenas!!
    Un beso guapa

    RispondiElimina
  15. Che golosa questa feta a primo piano! Vera bontà questo scarpazzoun!
    Buone vacanze!

    RispondiElimina
  16. buona vero,grazie,buone vacanze

    RispondiElimina