domenica 13 dicembre 2015

Quanti modi di fare e rifare la vassilopita

Buongiorno! Siamo alla seconda domenica del mese, e, come tutti i mesi, si va fuori ... siamo ospiti nella bellissima Grecia, da Marina, cucineremo insiemela vassilopita di nonna Andromaca.
Si proprio la vassilopita, il dolce tradizionale che si prepara per capodanno come augurio di buona fortuna per il nuovo anno.
Un dolce di casa .... ogni famiglia ha la sua ricetta ..... Marina ci fa un dono prezioso, la ricetta sua nonna, fortuosamente ritrovata su un fogliettino ingiallino.
 Un impasto antico, buono e semplice, sbricioloso e profumato.
Grazie Marina per aver condiviso un pezzetto delle tradizioni della tua famiglia, che da adesso entrerà nelle nostre e alla Cuochina per la bellissima scoperta!
E a capodanno ovviamente si rifà :-)

650 g. di farina 00
160 g. di burro da latte vaccino
200 g. di zucchero semolato
2 uova piccole
1 biccherino di brandy
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino raso di lievito chimico
1/2 cucchiaino di mahlab macinato
1/2 cucchiaino di sale fino
il succo da mezzo limone piccolo
buccia di 1 mela non trattata (io la buccia di una mela annurca)
1 cucchiaino raso di semi di anice

per completare
mandorle a lamella
granella di zucchero
semi di papavero

Preparare l' infuso delle bucce di mele lasciando bollire la buccia della mela e i semi di anice in una tazza colma di acqua per qualche minuto.
Lasciare intiepidire. Filtrate prima di utilizzarlo.
Versare la farina nella ciotola della planetaria.
In un pentolino porre il burro su fuoco dolce, appena comincia a sobbollire versarlo sulla farina. Impastare a velocità 1, frusta K, fino ad ottenere un composto sbricioloso.
Aggiungere lo zucchero, il mahlab ed il lievito e, sempre continuando ad impastare, il bicarbonato stemperato nel brandy e il succo di limone.
Continuare ad impastare a velocità 1 – 2 per un paio di minuti, unire i tuorli e, gradatamente, tanto infuso quanto ne occorre per ottenere un impasto soffice e molle (io l'ho messo tutto, una tazza, circa 200 ml)
Sistemare l'impasto in una teglia rotonda di circa 24 cm di diametro, ben imburrata, livellare.
Spennellare per due volte la vassilopita con gli albumi sbattuti con qualche cucchiaio di acqua. Cospargere di mandorle a lamella, granella di zucchero e semi di papavero.
Cuocere in forno statico già a temperatura a a 180° per circa un'ora, deve dorare bene.
Sfornare e lasciare raffreddare.

LA NOSTRA CUOCHINA 

Ci vediamo a gennaio nella cucina di Paola, prepareremo le sue chiacchiere

http://cioccolatoamaro-paola.blogspot.it/2015/02/chiacchiere-salate-con-la-birra.html

14 commenti:

  1. Buona domenica cara Anisja!
    Che bella atmosfera natalizia si respira oggi nella cucina di Quanti modi di fare e rifare! Profumi intensi di spezie aleggiano ovunque e tutti non vediamo l'ora di sapere a chi toccherà la monetina portafortuna nascosta nella Vassilopita!
    Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano di cuore per la golosissima versione che oggi hai preparato per la gioia di tutti noi!
    Ci vediamo a gennaio, a casa di Paola per fare tutti insieme le Chiacchiere salate
    Gli auguri di buon Natale e sereno anno nuovo ce li scambieremo il 24 dicembre alle 9:00 :)
    Un abbraccio

    Cuochina

    RispondiElimina
  2. E' semplicemente perfetta :*

    RispondiElimina
  3. CHE PREPARAZIONE INTERESSANTE, SEMBRA OTTIMA, GRAZIE CARA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Anche per noi ottimo dolce, auguri e alla prossima!!!

    RispondiElimina
  5. ma quant'è buona Anisja.....complimenti!
    un abbraccio
    simona

    RispondiElimina
  6. Amo queste ricette tradizionali e tu l'hai eseguita egregiamente :-)
    Buona settimana cara <3

    RispondiElimina
  7. Ma dove lo trovate il mahalb?!..sono davvero curiosa!!
    Una torta assolutamente da rifare!!
    A presto!!

    RispondiElimina
  8. Davvero un dolce accezionale, da rifare :-)
    Il mahlab l'ho preso su e bay, in un negozio greco affidabilissimo. E arrivato in meno di una settimana, ben impacchettato e con uno snack greco in omaggio :-)
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
  9. Complimenti, un dolce spettacolare, molto goloso!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Ani, che brava a trovare il malhab! Comunque questa torta è davvero buona. Buon Natale, non so se riuscirò a ripassare, perciò ti abbraccio forte forte, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A presto Carla, passo a trovarti a Natale, un abbraccio

      Elimina
  11. Ciao Anisja, ma che buona la tua vassilopita, e sei perfino riuscita a trovare il mahlab!
    Grazie per aver partecipato!
    Buone feste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era necassario altrimenti non avrei potuto assaporare il vero sapore della vassilopita ... poiché per il momento non ho in programma un viaggio in Grecia .... ne ho portato un pezzettino a casa :-)
      Oggi ho messo un pizzico di mahlabnella cioccolata calda ... favolosa!
      Auguri di un sereno Natale, alla prossima ....

      Elimina
  12. non ero ancora passata da te per dirti come è bella la tua vassilopita,bravissima e grazie ci vediamo da me a gennaio dopo gli auguri stellati che ci daremo doamni,un bacione

    RispondiElimina